Poesie del Sahara Occidentale

Una raccolta di poesie sahrawi del giornalista e ambasciatore sahrawi Malainin Lakhal.
Un esempio:
Alienazione
Dal mio cuore estrassi delle dolci memorie
Afferrai delle candele per illuminarle
In questa oscurità piena di amarezza, nella mia patria,
Abbandonai i sogni
Abbandonai le lacrime
Per penetrare ancora di più nel dolore.

Per anni…
Per anni … il viaggio mi ruppe,
Per anni sono alla ricerca di una patria,
Soffro di una malattia nel mio cuore che non riesce più a riscaldarmi,
Un sorriso di un bambino,
Un’anima verdeggiante,
La gioia di una coppia appena sposata,
Una casa che trattiene le mie costole
E scioglie la fredda tristezza intorno a me,
Per anni ho camminato senza gli abiti funebri di un uomo morto
Sembra che la terra che amo tanto
Rifiuti il mio amore e mi respinga
E sono profondamente affascinato dal suo splendore,
In questo globo sono alla ricerca della mia patria
Anche se dovesse essere la mia prigione
Solo per stare vicino al sole
Che lasciò le sue tracce sul mio corpo.
E torno dai miei sogni più remoti
Portando la mia miseria in una tela funebre
Per seppellirla nelle sabbie più profonde del mio cuore
La seppellisco più profondamente della mia stessa nostalgia
Più profondamente del mio stesso amore, la seppellisco
La seppellisco più profondamente della mia stessa tristezza.

Giunsi dai sogni più remoti
E fui sigillato
Dalla nostalgia per coloro che amavo
E tentai nuovamente
Nella mia memoria
Si aprirono numerose porte
La prima porta apre la mia storia ..
La seconda scrive la storia del mio viaggio,
La terza tiene la corona della mia amata,
Mentre la quarta mi conduce alla musica e alla poesia.
Ma i dolori mi perseguitano
E l’esilio produce compianto nel mio corpo
Come se fossi un’anima privata del proprio corpo
O un corpo tormentato dai dolori.