Islamofobia e discriminazione

Quest’opera dell’esperta neerlandese in scienze sociali e studi del discorso, Ineke van der Valk, dell’università di Amsterdam, tratta della tematica dell’islamofobia e/o dell’avversione nei confronti dell’Islam e dei musulmani nei Paesi Bassi.
La xenofobia e l’islamofobia sono un fenomeno europeo e devono essere percepiti e studiati come tali. Per questo l’autrice si esprime a favore dell’essenziale importanza dei testi sul tema dell’islamofobia al fine di combattere l’intolleranza contro l’islam in tutte le sue forme.
Nell’introduzione alla versione italiana dell’opera Islamofobie en Discriminatie tradotta dalla Dr. Rampoldi si legge: “Sono fermamente convinta che gli studi come quelli di Ineke van der Valk possano contribuire significativamente a reindirizzare il dialogo tra religioni e culture nei Paesi Bassi e in tutto il mondo occidentale, incluso il nostro amatissimo Paese, l’Italia, analizzando, conoscendo, sostenendo e rigettando dunque l’islamofobia in tutte le sue forme. La lotta all’islamofobia deve essere condotta nel contesto di un dialogo pacifico, razionale, aperto ed informato”.
Nel primo capitolo Ineke van der Valk definisce il termine islamofobia nel contesto del suo discorso su razzismo, la stigmatizzazione e i pregiudizi. In questo contesto troviamo che soprattutto il concetto dell’intersezioanlità sia di estrema importanza per comprendere a fondo il fenomeno. L’autrice lo definisce come segue: “una discriminazione basata su diversi motivi, collegati tra loro”.