Carmen Blanco, Tutto di me

Veramente non avrei mai pensato di avere il piacere di pubblicare un mio libro.
Adoro i libri che rappresentano un aspetto fondamentale della mia vita. La mia iniziazione alla lettura delle opere letterarie avvenne ad opera di Gladys (mia sorella maggiore) e di Rodolfo Santana (drammaturgo e scrittore), quando ero molto giovane. Le mie prime letture sono state Il piccolo principe e poi L’uccello spinoso …

Da quell’amore ho capito che i testi mi hanno portato in tutto il mondo, trasformandomi in tutti quei personaggi e momenti … Poi ho letto l’opera L’usignolo e la rosa di Oscar Wilde, che ha ispirato le mie prime poesie. La vita non è facile e la scrittura mi aiuta a morire e rinascere in ogni poesia. Sono stata amata e ho amato. Ho anche odiato in tutte le forme possibili ed immaginabili, ma la scrittura mi permette di esprimermi senza restrizioni. Mio marito, Jogla Martínez (defunto), ha sempre incoraggiato la mia creazione, che include alcuni brani musicali (era un musicista eccellente) che ora si trovano nelle mani di una donna di una sensibilità incredibile e mia amica da sempre. Con la pubblicazione di questo libro vorrei realizzare il mio desiderio di rendermi eterna. In particolare, racconterà al mondo e soprattutto ai miei figli, chi è Carmen Blanco.
Gracias, Abby Emperatriz. Carmen Blanco

E ho capito che la mia pelle conosceva le tue mani
Che la notte era il mantello perfetto in cui avvolgere il desiderio
Quell’amore si esprimeva con i baci
Quel guardarti negli occhi si è trasformato in un miracolo perché mi ha resa bellissima
Dal cielo la pioggia mi porta il tuo nome distribuito
in gocce che rinnovano la terra
Sognare i miei ricordi, immaginare i miei domani,
vivere il mio presente e fermarmi in tempo
per cantarlo al vento
Riflessi vibranti dei miei errori e dei loro successi….

 

Videos: