Milena Rampoldi, ProMosaik Manifesto (traduzione italiana)

 

Da quando esiste ProMosaik, ci sono state sia delle critiche costruttive che distruttive al nostro approccio. Allo stesso tempo, le persone si interrogano su quello che produciamo e facciamo. Le persone che ci trovano su internet e ci leggono, si chiedono chi siamo, che cosa facciamo e, soprattutto, per quale motivo lo facciamo. Dunque, come fondatrice di ProMosaik, ho deciso di dare libero sfogo alle nostre idee, “ribaltandole” nella realtà in questo libretto al fine di promuovere una discussione su tematiche importanti quali l’identità, la diversità, il senso della vita, l’attivismo e la rivoluzione estetica.


ProMosaik non è solo un gruppo di persone e la totalità delle loro convinzioni, speranze, del loro impegno e del loro elan, ma anche un’interazione e un incontro tra contenuti, visioni del mondo e diversi approcci alla vita sociale e politica e il significato della vita e dell’azione in senso olistico.


Per noi azione e vita, conoscenza e azione sono strettamente intrecciate. Per noi, la dinamica dei processi sociali e politici è una creazione rivoluzionaria della vita dell’individuo, della società e della comunità globale e il cambiamento innovativo dello stato attuale del mondo, che, come spesso sottolineiamo, così come è, non ci piace.
E quest’impressione ce l’abbiamo soprattutto nella nostra epoca del Covid-19, caratterizzata da un’estrema passività dell’intelletto e dell’azione. Si tratta di un periodo che evidenzia chiaramente fino a che punto le persone accettano “volontariamente” la loro oppressione, distruzione e limitazione.

 

Ecco la motivazione di questo libro… parlare di noi e dei nostri obiettivi….