Brunella Giovannini, Poesie

 

In questa raccolta, Brunella Giovannini propone alcune sue poesie i cui argomenti spaziano da riflessioni autobiografiche a problemi di attualità. Nella poesia “Storie di bambini e di sassi”, ambientata nel Benin, mette in evidenza la tristezza dei bambini, costretti tutti i giorni a spaccare sassi dall’alba al tramonto, per avere in cambio,  dopo ore e ore di duro lavoro, mezza ciotola di riso. Una condizione disumana che rende apatici gli sguardi e spegne i sorrisi; in quell’aria opaca, resa grigia dalla polvere,   nemmeno   i   sogni   riescono   a sopravvivere.

La poesia può essere definita l’arte di esprimere e rappresentare fatti, immagini, sentimenti e dunque non conosce confini. Si dice che in fondo a modo suo, ognuno di noi è un poeta…

Non  tutti,  ma  qualcuno timidamente  e senza  presunzione, riempie fogli bianchi di parole. Senza rime, senza tempo, a volte senza senso; ma il poeta scrive  soprattutto  per  sé stesso e coraggiosamente mette  a  nudo  la  propria  anima.  Egli  è  spesso  una  persona di  grande sensibilità e questa caratteristica gli permette di cogliere sensazioni, emozioni,  impercettibili sfumature. Ogni elemento, anche il semplice sbocciare di un fiore, può diventare poesia.

Edizione in quattro lingue di ProMosaik Poetry.

 

Alcune poesie lette in traduzione tedesca:

 

Qui trovate il video in lingua spagnola:

 

 

Qui il video su un’intervista realizzata con Brunella Giovannini.

 

Qui trovate il video sulle illustrazioni del libro di Paola Ottaviani: