Brevi considerazioni sulla visione della storia in J.G. Herder

In questo saggio l’autrice presenta a grandi linee la filosofia della storia di J.G. Herder. Riassume i concetti fondamentali del movimento letterario tedesco dello Sturm und Drang, incentrato sul binomio genio-natura per poi passare al concetto del genio in Hamann, il rapporto tra Kant e Herder e infine ai due capolavori herderiani sulla filosofia della storia. Un aspetto importante nell’opera di Herder consiste anche nel suo approccio pedagogico e provvidenzialistico alla storia. L’autrice difende Herder dall’accusa di essere l’anticipatore della visione della storia nazionalsocialista, rivalutando l’aspetto multiculturale della sua visione del mondo. Riassume quest’idea come segue: “Il nostro filosofo crea dunque un legame indissolubile tra tutte le culture umane, tra i miti e le religioni, tra il segno e il trascendente Unico, pur mantenendo la loro diversità formale e dunque il multiculturalismo.”